Alcologiarassegna stampa vino birra e altri alcolici del 30.6.20

30 Giugno 2020
https://www.nuovoparadigma.it/wp-content/uploads/2020/01/rassegna-stampa.jpg

RASSEGNA STAMPA QUOTIDIANA SU VINO, BIRRA ED ALTRI ALCOLICI
A cura di Alessandro Sbarbada, Guido Dellagiacoma, Roberto Argenta

TREVISOTODAY

Alcolici vietati per strada: Treviso prolunga l’ordinanza (*)

*Il sindaco Mario Conte ha esteso i divieti di consumare alcolici fuori
dagli spazi di bar e locali fino al 14 luglio. Restano in vigore le
sanzioni da 400 fino a 3mila euro*

Redazione

30 giugno 2020 – Martedì mattina, 30 giugno, il sindaco di Treviso, Mario
Conte, ha firmato l’ordinanza che prescrive, fino al 14 luglio, l’obbligo
per i gestori e per gli avventori, rispettivamente, di somministrare e
consumare bevande entro le aree autorizzate all’interno dei locali e nei
plateatici.

Il Comune ha ritenuto infatti necessario prorogare, in accordo con le
associazioni che rappresentano i commercianti, le misure idonee per evitare
assembramenti nel rispetto delle disposizioni anti Covid-19 vigenti. Le
prescrizioni sono valide dalle ore 21 alle 3 di notte. Il mancato rispetto
delle misure comporta il pagamento di una multa da 400 a 3mila euro oltre
alla sanzione accessoria della chiusura dell’attività in caso di accertata
responsabilità del gestore del pubblico esercizio. «La misura, che avevamo
concordato con le associazioni che rappresentano i commercianti e che è
stata ampiamente condivisa per l’applicazione fino a metà luglio, è stata
rispettata, salvo casi isolatissimi, dalla totalità dei locali e dei
clienti che ringraziamo per il grande senso di responsabilità» ha
commentato il sindaco Mario Conte.

LEGNANONEWS

LEGNANO

Prorogata fino al 31 luglio l’ordinanza anti alcol e assembramenti (*)

*Sino alla fine di luglio a Legnano vigerà il divieto della vendita da
asporto di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione dalle 23.00 alle 07.00*

Cristiana Cirelli

L’ordinanza anti alcol e assembramenti a Legnano resterà in vigore fino
alla mezzanotte di giovedì 30 luglio. Il divieto, in scadenza martedì 30
giugno, è stato prorogato dal commissario straordinario di Legnano
Cristiana Cirelli per prevenire «episodi di vandalismo ed aggressioni
favorite dal consumo di bevande alcooliche».

A sostenere questa decisione la Polizia di Stato e la Polizia Locale che
hanno concordato sull’efficacia del provvedimento. Il divieto è stato
rinnovato anche in previsione della “movida” estiva di luglio che ogni anno
registra una notevole affluenza sopratutto in orario serale e notturno.
L’ordinanza non solo permette alle Forze dell’Ordine di intervenire per
garantire la sicurezza e la quiete pubblica, ma anche per evitare
situazioni di assembramento che potrebbero favorire il contagio da Covid-19.

Fino alla fine di luglio vigerà, quindi, il divieto della vendita da
asporto di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione dalle 23.00 alle 07.00
del mattino seguente. In quest’arco temporale, inoltre, nessun cittadino
potrà consumare alcol in aree pubbliche o «privata ad uso pubblico compresi
parchi, giardini e ville aperte al pubblico».

TRMTV

Matera, vietata la vendita di alcolici e bevande in bottiglia, per asporto,
dalle 19 alle 6 (*)

*Il mancato rispetto dell’ordinanza prevede sanzioni amministrativa che
possono variare da 25 a 500 euro*

Il Sindaco di Matera, Raffaello de Ruggieri, ha emanato un’ordinanza che
dispone il divieto di vendita di bevande alcoliche per asporto. Il
provvedimento, che si è reso necessario per tutelare l’incolumità dei
cittadini, il decoro e la sicurezza urbana, vieta anche la vendita, sempre
per il consumo all’esterno dei locali pubblici, di bevande contenute in
contenitori di vetro, anche se dispensate da distributori automatici, dalle
ore 19 alle ore 6. Il divieto non si applica all’interno di bar, ristoranti
o pizzerie e delle aree all’esterno di pertinenza degli esercizi.

Il mancato rispetto dell’ordinanza prevede sanzioni amministrativa che
possono variare da 25 a 500 euro.

“E’ necessario – spiega il Sindaco – porre un argine ai fenomeni di degrado
che negli ultimi giorni hanno interessato molti luoghi della città. Sono
moltissime le segnalazioni da parte di cittadini che lamentano
comportamenti pericolosi da parte di giovani che agiscono spesso sotto
l’effetto di alcol. Ho segnalato la situazione al Prefetto della città e ho
chiesto al comandante della Polizia Locale di intensificare i controlli per
evitare il ripetersi di queste situazioni di degrado. Ho inoltre inviato
una lettera alle associazioni di categoria dei commercianti per il rispetto
dei limiti per l’inquinamento acustico

E’ necessario che tutti facciano la propria parte per assicurare una
maggiore sorveglianza dei luoghi della città diventati ostaggio di gruppi
di irresponsabili che li devastano mettendo a rischio l’incolumità dei
residenti e di chi vi transita. Di fronte a comportamenti di pura inciviltà
urbana, al disprezzo della qualità dei luoghi, e della tranquillità degli
abitanti, si impone una drastica operazione preventiva diretta anche ad
evitare la violazione dell’elementare regola di sicurezza anti-covid che è
quella del distanziamento personale”.

L’ordinanza sarà in vigore fino al 30 ottobre 2020.

(*) Nota: potrebbe sembrare che i numerosi provvedimenti attivati per
limitare l’orario di vendita di alcolici siano un freno al loro consumo, ma
non possono funzionare se sono applicati in orari in cui molti esercizi
sono già chiusi. E poi, se lo scopo è la tutela dell’ordine pubblico
avrebbe molto più senso applicarli in orari in cui le strade sono
affollate, non quando c’è nessuno.

ANSA

Rimini: guida ubriaco il monopattino, multato

30 giu 2020 – Guida in stato di ebbrezza un monopattino elettrico preso a
noleggio e la polizia municipale di Rimini lo multa. È successo l’altra
notte intorno alle 4 quando in via Destra del Porto ha fermato un uomo di
30 anni per un controllo di routine. Sottoposto ad etilometro, il riminese
è risultato con un tasso dell’1.07 (il limite per legge è 0.5) ed è stato
multato e denunciato per guida in stato di ebbrezza.

ZAZOOM

Alcool a minorenni | chiuso bar a Chiaia

martedì 30 giugno 2020 –

*Napoli* – Il Questore di Napoli, su proposta del Commissariato San
Ferdinando, ha disposto la sospensione per 7 giorni dell’attività di
somministrazione al pubblico di alimenti e bevande nei confronti di un bar
in vicoletto Belledonne a Chiaia. Infatti, lo scorso febbraio sono state
somministrate bevande alcoliche ad un sedicenne al quale non è stato
richiesto il documento d’identità, nonostante fosse evidente la sua minore
età. In quella circostanza i poliziotti hanno denunciato il titolare del
locale e la barista che è stata anche sanzionata amministrativamente per
non aver richiesto il documento d’identità al minore. Il provvedimento è
dunque finalizzato a scongiurare un concreto pericolo per la pubblica
sicurezza. L’articolo Alcool a minorenni: chiuso bar a Chiaia …

ALTRA CRONACA ALCOLICA

NEWSBIELLA

Autista di mezzi pesanti beccato con alcol in corpo. I Carabinieri
denunciano un 40enne

IL FARO ONLINE

Fregene, si ubriaca e inveisce contro il titolare del negozio: denunciato

STRILL.IT

Reggio Calabria – Liti, risse e soggetti ubriachi turbano la quiete di
Piazza Sant’Agostino

IL MESSAGGERO

Fanno il caos all’ospedale di Civita Castellana ea Calcata, denunciati:
erano ubriachi

IL RESTO DEL CARLINO

“Risse, schiamazzi e ubriachi: il nuovo locale nel mirino”

IL CORRIERINO

Ventenni ubriachi in moto sulla Statale sorrentina, provano a fuggire: presi

VITERBONEWS24

Ubriaco crea il panico all’Andosilla: denunciato

PADOVAOGGI

Ubriaco, per dispetto distrugge parabrezza e finestrini del furgone del
fratello

IL MESSAGGERO

Pescara, migrante ubriaco prende a calci e pugni un poliziotto

Associazione Nuovo Paradigma O.d.V. – C.F. 91071720931

Associazione Nuovo Paradigma O.N.L.U.S. – C.F. 91071720931